Traffico display di qualità a costi contenuti: ecco come funziona il Real Time Bidding

funzionamento Real Time Bidding

La scorsa estate Webperformance ha lanciato un innovativo sistema per l’acquisto di traffico display di qualità a prezzi molto inferiori rispetto al mercato tradizionale: il Real Time Bidding.

Per capire meglio il suo funzionamento, vediamo prima come vengono remunerate le campagne display “tradizionali”. Il loro pagamento da parte dell’inserzionista può avvenire in base al numero di visualizzazioni ottenute (Cost Per Mille, ossia costo per mille visualizzazioni), oppure alla quantità di visite che il banner ha generato al suo sito (Cost Per Click, cioè costo per ogni click da parte degli utenti).

Il loro costo non varia, come ci si aspetterebbe, in base al rapporto tra domanda e offerta, cioè tra la richiesta degli inserzionisti e la disponibilità di spazi. Esso viene invece stabilito dagli editori, ossia i detentori degli spazi web, che spesso preferiscono non vendere i propri spazi piuttosto di abbassarne il prezzo. Non solo: gli inserzionisti non hanno la possibilità di verificare l’effettiva disponibilità di spazi, né quindi di valutarne l’adeguatezza del costo.

Questo ci fa capire che il mercato del Display advertising è poco trasparente. Non solo: la vendita degli spazi non è sempre gestita direttamente dagli editori, ma da agenzie media e concessionarie di pubblicità online. Ciò significa che acquistare diversi spazi per la propria campagna può richiedere l’interazione con un elevato numero di interlocutori e, di conseguenza, un grande impegno organizzativo ed economico.

Insomma, per le piccole aziende o per chi ha a disposizione un budget limitato, i costi complessivi di una campagna display risultano spesso proibitivi.

Il Real Time Bidding rompe gli schemi del mercato tradizionale, perché permette di acquistare traffico display di qualità a prezzi decisamente inferiori. Il punto di partenza di questo nuovo metodo d’acquisto è che quotidianamente i siti internet di tutto il mondo registrano molti spazi invenduti. Il Real Time Bidding permette ai detentori di metterli all’asta e agli inserzionisti di partecipare. Come in una vera e propria asta, quindi, i partecipanti possono puntare la cifra che sono diposti a spendere per un determinato spazio e aggiudicarselo a costi contenuti.

In modo molto semplificato, ecco il funzionamento del Real Time Bidding, nelle sue varie fasi:

  1. I detentori di spazi pubblicitari invenduti li affidano a un gruppo Ad-exchange aderente al circuito Real Time Bidding, il quale li mette all’asta attraverso un’apposita piattaforma nota come Demand Site Platform (DSP).
  2. Gli acquirenti, ossia agenzie, concessionarie di pubblicità e grandi inserzionisti, accedono alla stessa piattaforma, caricano i banner delle proprie campagne, ne specificano le caratteristiche (prezzo massimo, target, ora del giorno, posizione sulla pagina web, ecc.) e possono partecipare alle aste di tutti gli Ad-exchange attraverso un’unica interfaccia.
  3. In base ai parametri indicati dall’acquirente, la piattaforma DSP calcola la puntata dello stesso acquirente per una determinata impression e la comunica all’Ad-exchange. A vincere lo spazio messo all’asta è naturalmente chi ha effettuato la puntata più alta o, a seconda delle policy della piattaforma, la seconda offerta più alta.
  4. La piattaforma procede immediatamente a caricare il banner del vincitore nello spazio vinto, in modo che sia subito online e visibile da tutti gli utenti.

Il cuore del Real Time Bidding consiste quindi in una speciale piattaforma DSP, che gestisce tutto il traffico di impression invendute, registra le offerte degli acquirenti interessati e determina i vincitori. Il procedimento, seppur complesso, avviene in tempo reale: dalla segnalazione di uno spazio invenduto da parte di un Ad-exchange, fino al caricamento su quello spazio del banner vincitore dell’asta, passano meno di 80 millisecondi. L’utente non avverte perciò alcun ritardo nel caricamento della pagina web su cui viene pubblicato il banner.

Il servizio di Real Time Bidding è rivolto a tutte quelle aziende interessate a campagne display più convenienti. Per meglio spiegare le sue differenze rispetto al sistema tradizionale, ma anche il suo funzionamento, i requisiti tecnici, ecc., abbiamo scritto un’utile guida gratuita, che può essere richiesta qui.

Per richiedere invece una campagna in Real Time Bidding, basta contattarci via email o tramite questo semplice form.

 

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website