Investimenti pubblicitari 2016 e previsioni per il 2017: il Digitale continua a crescere

Engage ha pubblicato in anteprima le ultime previsioni per il mercato pubblicitario italiano e globale di Magna Global, divisione di intelligence di IPG Mediabrands.

ricerca pubblicità 2016

La stima, in generale, prevede che  la raccolta pubblicitaria globale raggiungerà entro l’anno i 493 miliardi di dollari grazie a Social, Search e Video, segnando così la crescita più grande dal 2010.

L’aumento dell’investimento in adv è ad oggi del +5,7% nel mondo e del +4,7% nel nostro Paese, grazie appunto ai media digitali.

La crescita del mercato pubblicitario digitale è, secondo le previsioni, destinata a crescere anno dopo anno. Vediamo insieme gli altri dati più significativi.

Gli investimenti pubblicitari in Italia: 2016 vs 2017

Interessante il focus sul nostro Paese, dove i ricavi pubblicitari sono aumentati – come abbiamo detto – di circa il +4,7% nel 2016 toccando un valore complessivo di 7,7 miliardi. Il tasso è positivo anche confrontando l’Italia all’Europa occidentale: +0,8%.

A trainare questa escalation, i due media che insieme rappresentano l’80% del mercato: la televisione lineare (quota di mercato 50%, aumento del +5%, 3,9 miliardi di euro) e le vendite pubblicitarie digitali (quota di mercato 30%, crescita del +9%, 2,3 miliardi di euro).

pubblicità web

La stima rivela che altre categorie di media (quota di mercato 20%) hanno invece subito una decrescita: annunci stampa -5%, radio e OOH stabili.

I primi 6 mesi dell’anno sono stati molto proficui, soprattutto per la televisione, mentre la seconda metà ha mostrato un rallentamento. Probabilmente, un paio di punti percentuali della crescita del canale televisivo sono merito degli eventi sportivi come Olimpiadi e Europei di calcio, con alte tariffe registrate e reti tv ad-supported.

Questi fattori trainanti non ci saranno nel 2017, anno in cui è prevista anche una stagnazione economica. Per questi motivi, la previsione è di una crescita della spesa pubblicitaria inferiore, corrispondente circa al +2%. Il rallentamento dovrebbe riguardare però il solo investimento nei media tradizionali e non nei media digitali, che al contrario continueranno a crescere fino al +8,6%.

Gli investimenti pubblicitari nel mondo: 2016 vs 2017

Anche in riferimento al digitale globale, lo studio afferma che nel 2016 c’è stato un aumento del +17% per un totale di 178 miliardi di dollari, in particolare grazie a Display , Video (+35%), Search (+14% pari a 17,5 miliardi di dollari, ossia il 45% della pubblicità digitale totale) e Social (+43%).

Quasi il 90% della crescita netta è derivato solo da questi ultimi due formati pubblicitari, dominati dalle concessionarie media globali Google e Facebook. Ad oggi, infatti, i due colossi controllano oltre la metà (54%) del mercato digital adv totale (vs 44% del 2015)

Si prevede che Internet diventerà presto la prima categoria media, raggiungendo nel 2017 una quota di mercato del 40%, pari a 202 miliardi di dollari, e entro il 2021 una quota del 50% pari a 299 miliardi. Il tutto a discapito naturalmente dei canali tradizionali.

pubblicità mobile

Un’altra osservazione riguarda il mobile: su questo canale saranno veicolati il 45% degli annunci digital entro la fine del 2016 e il 52% entro la fine del 2017.

La previsione per il 2017 è di un aumentato uso dei device mobile, dei canali social e della Search su questi dispositivi. Di conseguenza, si pensa che la gran parte delle vendite di spazi adv digitali (52%) sarà generata da impression o clic su smartphone e tablet.

 

Per scoprire tutti gli altri dati di questo studio globale, ecco il link all’articolo completo di Engage.

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website