Tutti ne parlano: Amazon 1° e-commerce per lo shopping online pre-natalizio 2016

Durante questa stagione, si sa, complici gli eventi come Black Friday, Cyber Monday e l’avvicinarsi del Natale, lo shopping online esplode.

Ma come sta andando in questo fine 2016? Quante vendite online sono state registrate nel periodo clou iniziato in USA dal Thankskgiving Day? Quale retailer ha fatto più affari?

Vediamo in questo post una serie di interessantissime ricerche ad hoc.

Cyber Monday 2016 Record: vendite online per 3,39 miliardi di dollari

Secondo il recente studio Adobe Digital Insights, pubblicato qualche giorno fa, gli acquisti effettuati in rete in occasione del Cyber Monday hanno battuto il record storico arrivando a 3,39 miliardi di dollari, con una crescita del +10,2% annuo.

Di questi, 1,19 miliardi sono provenuti da device mobili. Si tratta del 35% del ricavo totale, di cui una percentuale del 25% deriva da smartphone e il rimanente 10% da tablet. In ogni caso, il 53% delle visite ai siti web dei retailer sono avvenute da mobile, percentuale suddivisa in un 44% da smartphone e un 9% da tablet.

cyber monday 2016

In generale, il Cyber Monday ha superato in questo 2016 i ricavi del più noto Black Friday, che sono stati invece pari a 3,34 miliardi di dollari. Tra i top seller, giochi come set Lego e Barbie e prodotti di elettronica come Sony PlayStation 4, Microsoft Xbox e Apple iPad.

La ricerca Adobe’s Cyber Monday è basata su dati anonimi da 23 miliardi di visite ai siti dei retailer. Per sapere di più sulla metodologia puoi consultare lo studio a questo link, dove troverai ulteriori dati sul Cyber Monday come performance mobile, articoli out-of-stock, sconti, top promotion drivers, social buzz, sconti per il Thanksgiving weekend, prodotti stagionali più popolari, ecc.

Il periodo di vacanza che va dal Giorno del Ringraziamento alla domenica successiva, in conclusione, ha visto quest’anno un aumento dello shopping online del +16% rispetto allo stesso periodo del 2015. Ma qual è stato il retail che più ha goduto di questo boom di acquisti?

Amazon in pole position: 37% delle vendite online totali

Naturalmente si tratta di Amazon, che secondo il sito InternetRetailer.com ha raggiunto nel periodo considerato i 4,47 miliardi di dollari, ossia ha registrato ben il 37% delle vendite totali online.

Sebbene impressionante, questo dato potrebbe essere sottostimato: un report dell’Institute for Local Self-Reliance dice infatti che quasi 1 dollaro su 2 speso online passa attraverso Amazon, con acquisti fatti direttamente sul marketplace oppure da venditori di terze parti ospitati sul sito.

amazon

Ma le ricerche sull’ascesa del colosso non si fermano qui: secondo il report di Astound Commerce,  il 43% dei consumatori dichiara che in questo periodo di festa effettuerà i suoi acquisti sul sito. Con ogni probabilità, la maggior parte di questi è membro di Amazon Prime, servizio di abbonamento al costo di 99 dollari all’anno, che prevede il vantaggio della consegna gratis in due giorni. In USA, più della metà dei clienti Amazon ha sottoscritto Prime: si tratta di 60 milioni di persone, di cui il 70% alto-spendenti e disposti a comprare di più rispetto ai non-abbonati.

Amazon come motore di ricerca e comparatore prezzi

Vogliamo segnalare anche lo studio di Survata “State of Amazon”, effettuato su 20.000 utenti e giunto quest’anno alla sua seconda edizione: ci pare importante perché fa emergere il fatto che il marketplace è ormai diventato anche il sito dove i consumatori effettuano le loro prime ricerche di prodotto.

amazon

Precisamente, il 55% degli utenti sceglie Amazon anziché un motore di ricerca per trovare il prodotto che sta cercando.

Inoltre, circa 9 consumatori su 10 controllano Amazon anche se hanno trovato il prodotto su un altro sito, perché vogliono comparare i prezzi.

Amazon al 1° posto della classifica dei 15 Top Retailer 2016

E concludiamo questo post con una ricerca di Verto Analytics, secondo cui gli e-commerce vincenti sono sempre i “digital native brand”.

Nella classifica dei 15 venditori top, stilata in base alle attività online di 20.000 consumatori statunitensi nel mese di ottobre 2016, infatti, i 3 e-commerce con il maggior numero di utenti al mese non sono cambiati di molto rispetto allo scorso anno.

Il podio è occupato da Amazon, Walmart e eBay. Ma mentre il primo è ulteriormente cresciuto in questo 2016, il secondo e il terzo sono utilizzati da un numero minore di consumatori. In particolare, eBay ha perso più del 20% dei suoi clienti rispetto a un anno fa.

Tra i dati relativi ai singoli siti e presenti nella slide qui sotto si vedono non solo i milioni di utenti unici al mese, ma anche le ore spese sul sito mensilmente da ciascun utente, la durata di ogni sessione, ecc.

Riguardo al numero di utenti desktop e mobile, appare chiaro che il sito più navigato da entrambe le audience è Amazon, leader in ben 7 degli 11 criteri di valutazione e in pole position rispetto agli altri colossi: Walmart, eBay, Apple, Groupon, Microsoft Store, Target, Craiglist,  Coupons.com, Best Buy, The Home Depot, CVS, Ebates, Etsy, JCPenney.

Se nello shopping online 2016 ha vinto Amazon, cosa c’è da aspettarsi nel 2017? Qui una previsione di Verto Analytics su e-commerce, apps e molto altro.

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website