Boom dell’IoT entro il 2019: lo studio internazionale di Aruba

Secondo il più recente studio internazionale di Aruba, “The Internet of Things: Today and Tomorrow”, effettuato su 3.100 decision maker dei settori IT e Business di 20 Paesi diversi, l’IoT avrà molto presto una rapida espansione in tutto il mondo.

Questo perché si è finora dimostrato più utile del previsto nell’aumentare l’efficienza di business e la redditività. Ad esempio, se a immaginarsi di ottenere grandi ricavi dagli investimenti in IoT era stato solo il 16%, a registrare una crescita del profitto dopo l’implementazione è stata una percentuale del 32%, esattamente il doppio. Allo stesso modo, il 29% si aspettava miglioramenti nell’efficienza del business, che sono stati rilevati invece da una percentuale ben superiore, pari al 46%.

iotAd oggi, l’85% delle aziende a livello globale e il 92% di quelle italiane si dicono interessate a implementare l’IoT entro il 2019 per innovare il proprio business e renderlo maggiormente efficiente. Eppure c’è ancora molta confusione intorno alla sua definizione: se il 98% dei responsabili d’azienda hanno dichiarato di sapere di cosa si tratta, molti di essi non hanno idea di come si potrebbe applicare alla propria attività.

Inoltre, nonostante la previsione del boom IoT sia senza dubbio positiva, il report di Aruba avverte che la maggior parte delle aziende che hanno già utilizzato questi servizi e che possiamo considerare “early adopter” è stata vittima di violazioni di sicurezza (l’84% delle aziende mondiali e l’81% in Italia). Di conseguenza la connessione di migliaia di dispositivi alle reti business esistenti non è percepita come particolarmente sicura. Un’altra preoccupazione relativa all’IoT è legata ai costi di implementazione e di manutenzione.

In ogni caso, quel che si prospetta è, come dicevamo, un’adozione di massa entro 2 anni e sicuramente le aziende che hanno già implementato l’IoT con successo si trovano in vantaggio rispetto ai competitor.

Quali sono i settori leader nell’adozione dell’IoT?

Il settore aziendale

Il 78% delle aziende che hanno investito in IoT per creare uno spazio di lavoro più smart è soddisfatta e afferma di aver migliorato l’efficacia del team IT. Il 75% ha riscontrato anche una crescita in termini di redditività.

Il settore industriale

Più di 6 intervistati su 10 del comparto industriale, ossia il 62%, hanno già adottato l’IoT. Di questi, l’83% ha notato un aumento dell’efficienza di business e l’80% una crescita della visibilità.

La sanità

L’IoT viene utilizzato in questo ambito per il monitoraggio dei pazienti, la riduzione dei costi e l’innovazione. Ad aver introdotto questi dispositivi sono state il 60% delle strutture, di cui il 73% riporta un risparmio notevole sulle spese.

Il retail

Anche se in questo settore l’Internet delle Cose potrebbe sia coinvolgere i clienti sia aumentare le vendite, di fatto lo studio di Aruba rivela che è solo il 49% dei retailer ad avvalersi di questa tecnologia. L’81% di essi registra un miglioramento della customer experience.

La Pubblica Amministrazione

Si trova al 5° posto dei settori leader, perché dallo studio è emerso che la Pubblica Amministrazione è lenta in questo processo, cioè solo il 42% dei Comuni ha finora implementato l’IoT. La motivazione? Per il 35% dei decision maker IT della PA, i responsabili non capiscono molto in proposito e sarebbe per questo necessaria un po’ di sensibilizzazione e informazione in più.

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website