Conversioni senza clic sull’annuncio? View through conversion su AdWords!

Com’è possibile pensare di effettuare una vendita o una registrazione attraverso un canale di annunci sponsorizzati (es. banner o annunci di testo) senza che il potenziale cliente clicchi sul tuo annuncio?

Google sembra crederci e ormai da un paio di settimane ha annunciato che renderà disponibili le statistiche relative alle conversioni in rapporto alle semplice impression dell’annuncio. Sulla guida di Adwords scrivono:

Questa funzione consente di conteggiare il numero di conversioni online negli ultimi 30 giorni dopo che un utente ha visualizzato in uno dei siti della rete di contenuti di Google un annuncio display senza fare clic su di esso.

Da stamattina le statistiche sono disponibili anche nel nostro account Adwords, per cui colgo l’occasione per fare un paio di riflessioni…

Innanzi tutto: Google sembra aver fatto un cambio di rotta rispetto a quello che continuava a ripetere fino a poco fa, ovvero che il Search Advertising è superiore al Display in quanto è contestuale, converte meglio e quant’altro. Ora con l’introduzione di questa nuova metrica sembra voler accettare quello che diverse ricerche hanno dimostrato, ovvero che esiste una relazione tra una campagna Display e la “brand awareness” e di conseguenza un aumento delle vendite da altri canali che non il semplice clic sull’annuncio.

E’ interessante quindi sia che abbiano deciso di puntare anche su questo aspetto, sia (e forse è questa la cosa più interessante) che abbiano deciso di misurarlo effettivamente.

Naturalmente la cosa ha sollevato qualche perplessità sull’effettiva validità di questo dato, ne è la prova il fatto stesso che le “conversioni senza clic” non vengono calcolate all’interno del dato di costo per conversione.

Mi meraviglierei dopotutto se fosse diverso dato che, ad esempio, se un Adsense viene visualizzato (magari a fondo pagina) poi 7 giorni dopo lo stesso utente riceve una email promozionale dello stesso prodotto ed effettua una conversione, la stessa verrebbe registrata anche da Google come “view through”, termine che in un caso come questo (neanche troppo infrequente nel campo del web marketing) suonerebbe alquanto fuori luogo.

Oppure ancora: in caso di una massiccia campagna generalista, le view-through conversions rischiano di salire per il semplice fatto che l’annuncio “è un po’ dappertutto”…

Al momento mi pare un dato ancora molto grezzo utile per giudicare in modo approssimativo l’efficacia di branding di una campagna display, ma poco più.

Voi che ne pensate?

Martino

6 comments

  1. Twitter Trackbacks for Conversioni senza clic sull’annuncio? « Comprabanner Blog [comprabanner.com] on Topsy.com
    16 ottobre 2009

    […] Conversioni senza clic sull’annuncio? « Comprabanner Blog blog.comprabanner.com/2009/10/16/conversioni-senza-clic-sullannuncio – view page – cached Com’è possibile pensare di effettuare una vendita o una registrazione attraverso un canale di annunci sponsorizzati (es. banner o annunci di testo) senza che il potenziale cliente clicchi sul tuo… (Read more)Com’è possibile pensare di effettuare una vendita o una registrazione attraverso un canale di annunci sponsorizzati (es. banner o annunci di testo) senza che il potenziale cliente clicchi sul tuo annuncio? (Read less) — From the page […]

  2. Pino
    16 ottobre 2009

    Di primo acchito sembrerebbe, come fai notare anche tu, che Google in questo modo si prenderebbe i “meriti” di altri tipi di campagne.
    “Google don’t be evil”! 🙂

  3. Martino
    16 ottobre 2009

    Sì, può essere un dato interessante ma è anche un dato molto “sporco”…

  4. Marco Ziero
    16 ottobre 2009

    E’ molto sporco perché non è detto che una conversione passi per forza per Google.
    Anzi, l’esempio della newsletter è calzante…sempre che non sia un account GMail. 😀

  5. Martino
    16 ottobre 2009

    Non deve per forza passare per Google… da quello che ho capito la view-trough conversion viene contata quando:

    1- all’impression di un Adsense, ti becchi il tuo bel cookie
    2- se NON clicchi sullo sponsorizzato, ma arrivi sul sito (esempio) digitando l’indirizzo o tramite una qualsiasi altra fonte di traffico
    3- fai una conversione (attivando il conversion code di AW)

  6. PPC World
    22 ottobre 2009

    Aspetto di riscontrare qualcuna di queste conversioni in una delle campagne attive per poi fare tutte le considerazioni del caso. E’ comunque un dato in più che, nel caso, può essere ignorato!

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website