Web performance marketing: requisiti per una partnership di successo

Il modello di remunerazione a performance permette all’inserzionista di pagare il fornitore solo per i risultati ottenuti dalla sua campagna online. Ne deriva che quest’ultimo ha tutto l’interesse di raggiungere gli obiettivi concordati.

Tra inserzionista e fornitore si instaura quindi un rapporto di collaborazione, volto al continuo miglioramento delle performance di una campagna. Il gioco di squadra è cruciale e deve necessariamente rispettare quelli che abbiamo definito “i requisiti per una partnership di successo”:

Rapporto diretto

Significa che inserzionista e fornitore devono avere un contatto diretto, non mediato da terze parti. Tra loro ci deve essere cioè la possibilità di comunicare con immediatezza, in modo da condividere in ogni momento i risultati delle performance e decidere insieme come migliorarle.

Il team può essere affiancato da un’agenzia con ruolo operativo, che si occupi cioè del miglioramento del sito internet dell’inserzionista o della produzione delle creatività utilizzate per la sua campagna. Curare l’aspetto della comunicazione online è infatti determinante per trasmettere all’utente un’immagine aziendale di professionalità e serietà e per contribuire al successo di una campagna.

Campagna in esclusiva

Concedere un’esclusiva nella promozione online a performance è un requisito altrettanto importante. Il fatto che una campagna sia offerta a diversi subfornitori a prezzi differenti potrebbe, infatti, causarne il congelamento.

L’esclusiva evita inoltre il cosiddetto “cookie overwriting”, ossia la sovrascrizione di cookie di tracciamento di un’altra azienda da parte di un fornitore scorretto. Per meglio capire i sistemi di tracciamento basati sui cookie, è utile Wikipedia.

Per questi motivi, noi di Webperformance rinunciamo a collaborare con clienti che hanno già contratti in essere con aziende di affiliazione poco attente.

 

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website