Psicologia del colore e marketing: quello che i colori dicono della tua azienda

Uno degli aspetti che più caratterizza un brand è il colore. I più importanti marchi del mondo, infatti, sono riconoscibili per i colori che utilizzano nel loro logo. Basti pensare al giallo e rosso di McDonald’s o al blu di Facebook. La spiegazione è scientifica: il senso della vista è considerato il più sviluppato negli esseri umani.

La percezione del colore, tuttavia, non è solo visiva ma anche emotiva. Ogni colore, infatti, stimola sensazioni e pensieri diversi, tanto che si parla di Psicologia del colore.

Psicologia del colore e marketing

Questa scienza si rivela utile anche nel marketing: il colore di un’azienda, infatti, è uno strumento molto potente che può influenzare la percezione, le emozioni e perfino il comportamento dei consumatori.

Secondo l’Institute for Color Reasearch, infatti, le persone si fanno un giudizio su quello che vedono in meno di 90 secondi e il 90% dei giudizi è influenzato dal colore.

Altri dati interessanti provengono dal blogger Neil Patel di Quicksprout.com:

– il colore aumenta la riconoscibilità di un brand del +80%;

– l’85% dei consumatori afferma che il colore è la principale motivazione dell’acquisto di un prodotto;

– il 66% delle persone non acquista un prodotto se non è del loro colore preferito;

– gli annunci colorati su carta stampata ottengono il 26% di visibilità in più rispetto agli annunci in bianco e nero.

La scrittrice e artista Julie R. Neidlinger ha infine realizzato un interessante studio: “Color Psychology In Marketing: The Complete Guide”. Esso include i principi di base della Teoria del colore, informazioni su contrasti, combinazioni e significato dei colori, ma anche preferenze in base al genere sessuale e applicazione dei colori al content marketing per generare più conversioni.

Significato dei colori

Come scegliere il colore della propria azienda, da applicare a logo, sito, landing page, packaging dei prodotti, ecc.? In base ai significati dei colori.

In uno studio effettuato da Marketo su 100 brand, il 29% utilizza il colore rosso, il 33% il blu, il 28% il grigio e il 13% il giallo. Vediamo nel dettaglio quali sono i messaggi evocati dai diversi colori.

Arancio: evoca motivazione, attrazione, salute, attrazione, giovinezza, felicità. Esempi di aziende che utilizzano l’arancione: Amazon, Etsy, Fanta, Harley-Davidson, Mastercard, Nickelodeon.

Azzurro o blu: comunicano sincerità, fiducia e stabilità, ma anche intelligenza, ambizione e potere. Sono colori molto popolari tra i brand più apprezzati, come Facebook, Ford, HP, LinkedIn, Reebok, Samsung, Skype, Twitter, WordPress.

Giallo: rappresenta attenzione, calore, freschezza, energia e ottimismo. Viene utilizzato da Burger King, Hertz, McDonald’s, Post-it, Renault, Shell.

Grigio o nero: il messaggio implicito nel colore grigio e nero è di ricchezza, potere, mistero, eleganza, forza. Per questo è utilizzato nell’alta moda da brand come Chanel, D&G, Gucci e Prada, o in generale per prodotti costosi come Apple, Mercedes-Benz. Altri esempi: Jack Daniel’s, Nintendo e WWF.

Marrone: evoca la natura e la semplicità. Lo usano aziende diverse: dall’alta moda di Yves Saint Laurent al servizio di corriere espresso UPS.

Rosa: il colore femminile per eccellenza riporta all’infanzia e comunica tenerezza, sensibilità, empatia e amore. Esempi: Barbie, Cosmopolitan, Victoria’s Secrets.

Rosso E’ il colore che abbiamo scelto anche noi di Webperformance, perché attira l’attenzione, evoca azione, energia e passione. Altri esempi: Adobe, BBC, CNN, Coca Cola, Fiat, Kellogg’s, Lego, Levi’s, McDonald’s, Pinterest, Red Bull, Virgin, YouTube.

Verde: un altro colore che esprime i significati di natura, equilibrio, positività e sicurezza. Esempi di brand che utilizzano il verde: Android, Heinken, Lacoste, Starbucks, The Body Shop, Tic Tac, Xbox.

Viola: il messaggio che il viola invia è di regalità, mistero, lusso e creatività. Esempi: Milka e Yahoo!.

Multicolore: ci sono anche brand che hanno scelto di combinare diversi colori, per comunicare molteplici significati e valori: Ebay, Google, Windows.

Le più belle infografiche sul colore nel marketing

Qui sotto riportiamo un’infografica realizzata da Buffer Blog che raggruppa grandi marche internazionali per colore utilizzato e significato di quel colore.

ColorGuide

Fonte: Buffer Blog, “Why Facebook Is Blue: The Science Of Colors In Marketing” di Leo Widrich

Molto interessante è anche quella di Marketo, dal titolo True Colors: What your brand colors say about your business, che potete vedere a questo link.

L’importanza del colore nelle Call To Action

La scelta del colore adeguato non riguarda soltanto logo, sito o comunicazioni agli utenti, ma anche i diversi elementi grafici come bottoni con Call To Action, pop-up, box per l’iscrizione alla newsletter, ecc. E’ il loro colore, infatti, a determinare se sono abbastanza visibili, se verranno considerati dagli utenti e porteranno a conversioni.

Diverse aziende hanno effettuato degli A/B test per valutare quali colori nelle Call To Action portassero maggiori risultati e hanno visto come, ad esempio, in alcuni casi il rosso funzionasse meglio del verde, il giallo meglio del blu, l’arancione meglio dell’azzurro.

Il consiglio è quello di non dare mai per scontata l’efficacia di un colore ma di sperimentare, con lo scopo di massimizzare la conversion rate.

In questo video di Socialtriggers.com potete vedere come i colori vengano infatti distinti in colori passivi e colori attivi. Mentre per il proprio logo, negozio fisico e sito, si può utilizzare un colore “passivo”, le Call To Action devono necessariamente avere un colore diverso e che sia “attivo”, cioè che attiri l’attenzione degli utenti e li stimoli all’azione.

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website