DMexco 2015: il nostro 3° anno come espositori. Ecco com’è andata

Anche in questo 2015, per il terzo anno consecutivo, abbiamo partecipato come espositori alla fiera internazionale DMexco a Colonia, in Germania, che anno dopo anno assume maggiore importanza e una risonanza sempre più vasta.

Tant’è che per i suoi risultati in termini di espositori, visitatori, formazione e networking, qualche esperto prevede che l’appuntamento, giunto alla sua settima edizione, sia candidato a salire sul podio degli eventi internazionali più importanti per marketer, inserzionisti e aziende, dopo il Consumer Electronic Show di Las Vegas e il Festival Internazionale della Creatività di Cannes.

Dmexco 2015

L’ingresso alla fiera DMexco 2015

Il nostro stand

Gli scorsi 16 e 17 settembre, presso lo stand C067 – Hall 6 con noi sono stati anche i colleghi di T2O media, gruppo spagnolo di cui siamo recentemente entrati a far parte. Abbiamo così potuto accogliere con il nostro management al gran completo tutti i visitatori interessati a campagne online non solo nel nostro Paese ma anche in Spagna e Messico.

Webperformance a DMexco 2015

Abbiamo comunicato la nostra passione tipicamente latina per il nostro lavoro, il web marketing a risultato, con la metafora del calcio, uno sport per cui i nostri Paesi sono famosi in tutto il mondo, nonché un gioco così coinvolgente da non conoscere confini.

Dal nostro stand, allestito con l’obiettivo di riprodurre un campo da calcio, ci siamo così rivolti ai visitatori internazionali: “Win your away matches in Italy, Spain & Mexico. Come play with us!”, proponendoci come una squadra vincente per le loro “partite fuori casa” cioè le loro campagne online nei mercati esteri.

Webperformance a DMexco 2015

Il nostro stand a DMexco 2015

I risultati di DMexco 2015

Tra meeting e partite di calciobalilla 🙂 con i nostri visitatori, abbiamo constatato con piacere che quest’anno, oltre a Webperformance, erano presenti a DMexco altre aziende italiane.

Nel complesso, gli 881 espositori distribuiti su 75mila metri quadrati hanno contribuito alla crescita dell’evento, che secondo gli organizzatori è stata in questa edizione del +10% rispetto al 2014. I visitatori, che hanno potuto assistere a 200 ore di programmazione tra conferenze e seminari e ascoltare più di 500 speaker internazionali, sono stati invece 43.384.

Dmexco 2015

Prima giornata

L’apertura della prima giornata, mercoledì 16 settembre, ha avuto come protagonisti due ospiti molto attesi: Martin Sorrell CEO di WPP e Yannick Bolloré, global chief executive di Havas.

I loro interventi hanno acceso la mattinata grazie a critiche costruttive al mondo dell’advertising digitale: mentre il primo ha sottolineato, infatti, la necessità di misurazioni più consistenti per l’adv online, il secondo ha rimproverato chi considera il digitale come un comparto a se stante e non integrato alla pubblicità tradizionale. Inoltre, ha invitato a improntare le attività online, così come avviene per quelle sui media tradizionali, sulla creatività più che sulla tecnologia.

Nel pomeriggio si sono susseguiti seminari e workshop sui fenomeni del marketing digitale. Ad esempio, la conferenza “Mobile Summit” sul ruolo di mobile e video, che sono l’area di maggiore crescita nell’adv online: secondo Robert Bridge, Vice President International Editorial and Marketing di Yahoo, il mobile dovrebbe infatti diventare il prossimo anno il terzo media per spesa pubblicitaria.

Degno di nota per quanto riguarda la prima giornata anche il debutto a DMexco di un colosso cinese dell’ecommerce, JD.com, che con i suoi 668 milioni di utenti online e 373 milioni di clienti digitali, ha illustrato al pubblico l’evoluzione e le potenzialità del mercato orientale.

Seconda giornata

Giovedì 17 settembre la fiera ha ospitato altri speaker di rilievo, come un’altra new entry a DMexco, il social network Instagram, che ha annunciato ai marketer presenti il lancio globale per il prossimo 30 settembre del nuovo programma di marketing e pubblicità. Poiché “i contenuti dei brand si immettono senza soluzione di continuità all’interno delle foto degli utenti”, Instagram si è così proposto come una nuova opportunità di native advertising, per dare un’immagine autentica dei brand.

Sullo stesso palco cavalcato da Instagram, è avvenuto poi un altro lancio: quello dell’auto tecnologica Serie 7 di BMW: il pubblico ha potuto ascoltare il racconto della strategia di marketing utilizzata per la comunicazione del prodotto, innovativa perché improntata sul coinvolgimento e l’interazione dell’utente.

bmw dmexco

L’intervento di BMW nella Congress Hall di DMexco 2015

Tra i diversi social network presenti, non poteva mancare Twitter, che ha svelato le sue novità in un’intervista relativa a diverse tematiche, tra cui la questione della monetizzazione. Ampio spazio è stato dato a Project Lighting, un progetto che verrà lanciato in autunno con lo scopo di organizzare i contenuti di interesse in modo più semplice e veloce per migliorare la user experience.

Conclusioni

La nostra partecipazione a DMexco ci ha soddisfatti anche quest’anno. L’evento è stato una grande opportunità di networking perché, oltre a permetterci di incontrare i nostri partner stranieri, ci ha fatto conoscere nuovi clienti e collaboratori a livello tecnologico da tutto il mondo (ad esempio, aziende specializzate in mobile), rappresentando un passi avanti nel nostro processo di internazionalizzazione.

Oltre a questi contatti, DMexco ci ha fornito anche spunti preziosi, grazie al suo ricco programma di formazione e aggiornamento e agli interventi di top speaker internazionali di grande rilievo. Un’esperienza sicuramente da ripetere!

E voi siete stati a DMexco? Cosa vi è piaciuto di più? Avete qualche osservazione da fare su aspetti che invece, secondo voi, andrebbero migliorati?

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website