App Marketing: l’interessante studio di AppsFlyer

AppsFlyer ha pubblicato un interessante studio sullo stato dell’APP marketing, ossia sull’uso di applicazioni mobile nel mondo, intitolato The State of App Marketing.

Dopo l’esplosione di questo mercato nel 2015, ci troviamo in un ambito molto competitivo, con maggior difficoltà a catturare l’attenzione degli utenti e con costi di acquisizione più elevati, in cui per emergere sono necessari l’analisi e l’utilizzo dei dati.

Ecco quelli raccolti appunto da AppsFlyer, riguardanti oltre 1 miliardo di installazioni non-organiche effettuate a seguito di un’azione di marketing e 5 miliardi di aperture di app, che svelano quando gli utenti installano applicazioni, quanto spesso le usano e come interagiscono con i contenuti pubblicitari.

Installazioni ed engagement per giorno della settimana e fascia oraria

Lo studio rende disponibili i dati di tutto il mondo e, nel dettaglio, di Nord America, America latina, Asia e Europa. Concentrandoci esclusivamente su quest’ultima, vediamo come gli utenti installino applicazioni in particolare nel weekend, mentre nel corso della settimana il numero di download sia nettamente inferiore. Il sabato e la domenica, infatti, vedono un aumento dell’8% delle installazioni su dispositivi Android e del 25% su iOS.

app mobile

The State of App Marketing by AppsFlyer

Riguardo alla fascia oraria con maggior numero di installazioni, invece, in Europa gli utenti Android effettuano il 21% di download in più tra le 18 e le 22, anche se c’è da evidenziare come a partire dalle 10 del mattino ci sia comunque un volume di installazioni consistente.

Per gli utenti iOS il focus è un po’ più ridotto: tra le 19 e le 21, quando si riscontra un +63% di download. Anche in questo caso, il volume di installazioni è buono già a partire dal pomeriggio, dalle 15 alle 19 (+32%).

app mobile

The State of App Marketing by AppsFlyer

Il suggerimento è quindi, per tutti gli utenti, di lanciare campagne diurne, preferibilmente in fascia serale ma non dopo le 23, orario in cui si registra una diminuzione di download del 40%.

Di seguito vediamo invece il coinvolgimento degli utenti europei con le app in base ai giorni della settimana e alla fascia oraria.

Per gli utenti Android, il mercoledì si registra un picco del +5% rispetto agli altri giorni della settimana. Per gli utenti iOS il focus è invece tra il sabato e il lunedì. In particolare, di domenica c’è un aumento dell’engagement del 10% rispetto al resto della settimana.

E’ bene, in entrambi i casi, evitare investimenti pubblicitari nei giorni in cui gli utenti mobile dimostrano meno interazione, ad esempio il venerdì.

app mobile

The State of App Marketing by AppsFlyer

Qual è la fascia oraria di maggior coinvolgimento? Gli utenti Android si dimostrano meglio disposti dal tardo pomeriggio alla sera (+24%), quelli iOS un po’ più tardi, tra le 18 e le 21 (+50%).

Ciò dimostra che l’orario serale, in cui gli utenti interagiscono con i loro device mobile, è più indicato per il lancio di campagne, purché non superi le 21 quando l’utilizzo delle app inizia a calare.

app mobile

The State of App Marketing by AppsFlyer

Tassi di Conversione e Retention per area verticale e per canale

In questo caso, i tassi di retention tengono conto del numero di app  scaricate in modo non-organico e usate in seguito, un giorno, una settimana o un mese dopo l’installazione. AppsFlyer ha usato una selezione cross-vertical di oltre 6.000 app. Le aree verticali sono basate sulle categorizzazioni di App Store e Google Play.

Riportiamo qui sotto il grafico del Conversion Rate “Click-to-Install” per area verticale che mette a confronto Android e iOs.

A parte le app di giochi, dove il volume di installazioni è molto simile tra utenti con sistemi operativi diversi, in tutte le altre categorie si nota un grande divario. Gli utenti iOS si dimostrano più propensi a scaricare app di salute e fitness, lavoro, produttività, mentre quelli Android prediligono app su lifestyle, finanza, utilities, social network e intrattenimento.

Se si dispone di una versione cross-platform della propria applicazione, il suggerimento è di investire solo quando e dove gli utenti sono più propensi ad impegnarsi.

app mobile

The State of App Marketing by AppsFlyer

Ottenere un buon tasso di retention, ossia la percentuale di utenti che dopo aver scaricato l’app la utilizzano, è una sfida importante. La percentuale media raggiunta dagli utenti Android e iOS è del 5% dopo 30 giorni dall’installazione.

Per gli utenti Android, le app con maggior retention sono quelle di musica e trasporti, mentre la categoria verticale con meno successo in termini di conservazione degli utenti è quella dell’intrattenimento, che registra solo un 1% di retention rate a un mese dal download. Riguardo agli utenti iOS, invece, il maggior tasso di retention riguarda le app dei social network.

In generale, il consiglio è di perfezionare la propria app per far sì che gli utenti abbiamo una perfetta user experience e non rivolgano la loro attenzione sui competitor.

Un altro aspetto interessante esaminato da AppsFlyer è il tasso di retention relativo ai canali di direct marketing, come QR Code, SMS e Email. Tutti i canali hanno dimostrato un tasso elevato.

In particolare, gli SMS hanno attratto utenti già coinvolti da altri canali di brand, come i possessori di carte fedeltà. Questi utenti possono infatti avere una forte affinità pre-esistente con la marca e ciò può ottenere una loro maggiore retention.

Il grande utilizzo di QR Code in Asia, invece, può contribuire ad aumentare il tasso di retention degli utenti Android, vista la supremazia di questo sistema operativo nel mercato asiatico.

Il consiglio di AppsFlyer in questo caso è di coordinare campagne paid con campagne owned media, perché queste ultime hanno un enorme potenziale sui clienti già fidelizzati.

mobile app

The State of App Marketing by AppsFlyer

Conclusioni

Lo studio di AppsFlyer denota come in molti casi gli utenti Android e iOS abbiano comportamenti mobile differenti. Ad esempio, come abbiamo visto, i primi scaricano app in modo consistente lungo tutto il corso della settimana, mentre i secondi concentrano questa attività nel weekend.

Allo stesso modo, l’engagement degli Android users raggiunge il picco nei giorni feriali, escluso il venerdì e diminuisce nei fine settimana. Al contrario, l’engagement degli iOS users è più alto nel weekend e diminuisce nel corso della settimana.

La retention è uno dei maggiori crucci per chi si occupa del marketing delle app: far sì che gli utenti che hanno installato una app la usino nel tempo è una grande sfida.

Infine, i tassi di conversione variano moltissimo da dispositivi con sistema operativo Android rispetto a quelli con iOS.

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website